GUIDA AGLI EPISODI


Stagione 1

La prima stagione di The X-Files iniziò il 10 settembre 1993; in Italia la prima messa in onda del Pilot fu il 29 giugno 1994, in seconda serata. La serie narra le indagini di due agenti FBI, Fox Mulder e Dana Scully, alle prese con casi che si occupano di fenomeni paranormali. Mancano qui gli episodi cosidetti "mitologici" che a partire dalla seconda stagione diventeranno la colonna portante della serie.


Stagione 2

Con la seconda stagione, si va accentuando il carattere enigmatico e cupo con i finali non conclusivi, che sono una parte essenziale del fascino della serie. Alcuni personaggi acquisiscono un ruolo nettamente maggiore delle aspettative: e' il caso di Smoking Man e del vicedirettore Skinner. Un altro evento inaspettato nell'evoluzione della serie fu l'autentica gravidanza di Gillian Anderson.


Stagione 3

The X-Files ha ospitato nella sua terza stagione un vasto assortimento dei più agghiaccianti miti e incubi, senza mai cadere nella ripetitivita', mettendo a fuoco il grande complotto governativo che incombe sugli agenti Fox Mulder e Dana Scully e scandagliando il suo impatto sulle loro storie personali e familiari. L'aspetto piu' caratteristico di questa stagione è l'eclettismo dello stile: thriller, horror, humor nero . . .


Stagione 4

"Everything Dies": le parole del'Alien Bounty Hunter echeggiano in tutta la stagione, a iniziare dall'assassinio di Mr. X. Il ritorno di Alex Kricek e l'olio nero sono eclissati dal cancro di Scully. Sebbene questi eventi rafforzino la convinzione di Mulder che sia in atto un complotto, un'allarmante verita' rivelata a Scully lo fa sprofondare in una crisi di fede che potrebbe spiegare la sua rovina finale.


Stagione 5

Mentre Scully si trova faccia a faccia con la morte, l'agente governativo Kritschgau aiuta Mulder a trovare una cura. In seguito, Scully scopre di essere madre di una bambina, Emily: fatto che si può spiegare solo se ricollegato al rapimento di qualche anno prima. Alla fine, è il corpo di un bambino, Gibson Praise, a contenere le prove che geneticamente la razza umana ha dei legami con gli alieni.


Fight The Future

Gli agenti Mulder e Scully sono ormai destituiti dal loro incarico, dopo l'incendio che ha distrutto l'archivio degli X-Files. Il dottor Kurtzweil, autore di libri dal contenuto apocalittico, guida Mulder alla scoperta della più grande cospirazione mai fatta dal governo americano per nascondere l'esistenza degli extraterrestri. Tocca ai due agenti del FBI svelare la verità.


Stagione 6

Gli agenti Mulder e Scully tornano dall'Antartico e scoprono che gli X-Files sono ora passati a Jeffrey Spender e a Diana Fowley. Gli agenti riottengono i loro incarichi agli X-Files solo dopo che Cassandra Spencer ritorna dicendo che gli alieni stanno per colonizzare la Terra. Un manufatto viene ritrovato al largo della costa Africana: potrebbe essere la chiave delle origini della vita sulla Terra.


Stagione 7

Mentre Mulder si trova in un reparto di Neurologia, Scully cerca di decifrase degli strani simboli che ricoprono un'astronave ritrovata sul fondo dell'oceano in Costa d'Avorio. è tempo di finali e di nuovi inizi: per Mulder ci sarà la morte della madre e la fine della ricerca di sua sorella; per Scully è ora di affrontare i suoi demoni personali. Ma nel finale il crollo di tutto: Mulder viene rapito.


Stagione 8

Dopo la scomparsa di Mulder, Scully viene affiancata all'agente Doggett nella sua ricerca, con l'aiuto di Skinner e dei Lone Gunmen, ma le indagini sono infruttuose. Doggett viene poi ufficialmente assegnato agli X-Files: dopo tutto quello che ha passato con Mulder, ora è Scully a essere la "credente", e deve trovare il modo di lavorare con lo "scettico" Doggett.


Stagione 9

Ben consapevole che la sua presenza mette solo in pericolo Scully e William, Mulder sparisce ancora una volta e Doggett cerca di ritrovarlo. Quando Scully scopre che una setta vuole la morte di suo figlio, deve imporsi una decisione dolorosa. Infine, viene a sapere che Mulder è rinchiuso in una prigione, accusato dell'omicidio di un uomo che non può morire.