1x20 Tooms

Creatura diabolica

Scritto da: Glen Morgan and James Wong
Diretto da: David Nutter
Data di trasmissione USA: 22 Aprile 1994
Data di trasmissione Italia: 14 Settembre 1994

Tooms è in attesa di essere messo in libertà condizionata perché i risultati della perizia psichiatrica sono favorevoli. Mulder è l'unico a opporti alla liberazione, testimoniando in modo alquanto discutibile. La commissione, ritenendo che tra i due sia Mulder quello che ha bisogno di un aiuto psichiatrico, concede la libertà a Tooms.
Mentre Mulder sorveglia Tooms, Scully riceve da Skinner, affiancato dall'Uomo che Fuma, l'invito a attenersi maggiormente alle procedure FBI. Scully ritorna da Frank Briggs, che aveva indagato per primo sul caso, e i due trovano i resti di una vittima, risalenti a 60 anni prima. Mulder sfugge a un attentato di Tooms, poi dice a Scully che non dovrebbe farsi coinvolgere, in quanto pensa che il Bureau sia sul punto di chiudere gli X-Files e che la carriera della collega potrebbe essere così danneggiata.
Tooms si introduce nell'appartamento di Mulder, prende una sua scarpa e si deturpa il viso, accusando poi l'agente di averlo picchiato. Skinner proibisce quindi a Mulder di avvicinarsi a Tooms.
L'esame del cadavere ritrovato da Scully e Briggs mostra i segni dei denti di Tooms sulla vittima. Intanto, lo psichiatra di Tooms si reca a fargli visita e diventa la sua quinta vittima. Mulder e Scully capiscono allora che il mutante sta per ibernarsi nuovamente. Si recano quindi alla sua vecchia abitazione, nel frattempo diventata un centro commerciale. Dopo una violenta colluttazione, Mulder mette in moto la scala mobile, sotto la quale rimane stritolato Tooms.

Spiegazione del titolo: è il cognome del protagonista dell'episodio

Retroscena:
Morgan racconta che l'idea della scala mobile gli era venuta quando aveva visto degli operari lavorare su di una in un centro commerciale. L'idea iniziale era quella di un mostro che vivesse sotto una scala mobile, questo fu poi impersonato da Tooms e l'episodio fu interamente costruito a ritroso.
L'episodio ospita la prima apparizione di Mitch Pileggi (Skinner) e la prima battuta di dialogo di William B. Davis (l'Uomo che Fuma).
Fu lo stesso Hutchison a suggerire di girare nudo la scena finale sotto la scala mobile: "mi avevano ricoperto di sciroppo Karo e di colorante per cibi, ed era una poltiglia gelata! Continuavo ad appiccicarmi ai muri.". Hutchinson ha spesso partecipato alle convention di X-Files, proponendo un suo ritorno in scena.
Durante la scena in cui doveva esplodere una finestra, venne costruita una stanza dotata di due finestre, una della quali con un vetro leggerissimo. Per farla rompere venne utilizzato un cannone ad aria, ma la forza d'urto fu talmente forte da mandare in frantumi anche l'altro vetro.

Episodio Precedente - Episodio Seguente