7x21 Je Souhaite

Il terzo desiderio

Scritto da: Vince Gilligan
Diretto da:: Vince Gilligan
Data di trasmissione USA: 14 Maggio 2000
Data di trasmissione Italia: 9 Luglio 2000

Jay Gilmore è seccato. Il suo operaio, Anson Stokes, non risponde alle chiamate sul walkie-talkie e non riesce a trovarlo da nessuna parte dell'area depositi presso Creve Coeur, Missouri. Anson esce dal nascondiglio mentre legge pigramente un periodico sulla vela. Jay lo scopre lo scansafatiche e gli ordina di ripulire l'unità numero 407. Borbottando a bassa voce mentre il capo se ne va, Anson apre l'unità trovandola piena di mobilia polverosa e scatole di cartone. Gemendo per il compito che ha davanti a lui, afferra un tappeto Persico arrotolato ma questi si mouve da solo. Anson lo srotola e ne esce una una donna dai capelli scuri. Sotto il suo occhio destro c'è una lacrima di smeraldo. Quando Jay arriva davanti alla porta aperta dell'unità 407, non vede nessuno. Chiama Anson, ma la sua voce improvvisamente se ne va e rimane zitto. La sua bocca è scomparsa.
Scully entra l'ufficio, e Mulder sta interrogando Jay. All'uomo è stata ricreta la bocca con un enorme numero di punti di sutura. Ha difficoltà a parlare, ma gli dice che Anson Stokes è in qualche modo responsabile in quanto gli ha detto "sta zitto." Gli agenti vanno a far visita ad Anson nel Missouri. La sua piccola roulotte è sovrastata da un'enorme yacht parcheggiato nel suo vialetto. Quando si avvicinano alla porta d'ingresso, Anson si nasconde da quello che crede essere un agente delle tasse. Manda il fratello paraplegico, Leslie, a rispondere alla porta. Mulder e Scully si identificano a Leslie, notando che questi si muove su una sedia a rotelle motorizzata. Leslie dice loro che suo fratello non è casa. Nella stanza in fondo alla stanza della roulotte, notano una donna dai capelli scuri. Gli agenti vanno al deposito dove trovano una fotografia di un uomo robusto. Nello sfondo si vede la donna dai capelli scuri che si trovava nella roulotte di Anson. Benchè la foto risalga a più di ventanni prima, la donna appare ritratta come se la foto fosse stata scattata quello stesso giorno.
Anson cerca di pensare ad un terzo desiderio. Ci si rende conto che non è per nulla soddisfatto dei primi due - la bocca di Gilmore e la barca. Discute col genio del fatto di non aver messo lo yacht nell'acqua. Questi risponde che lui non aveva "specificato" di metterlo nell' acqua. Mentre i due fratelli cercano di trovare il terzo desiderio, il genio indica alla sedia a rotelle di Leslie. I ragazzi non capiscono il suggerimento, ed Anson finalmente sceglie di essere reso invisibile. Lei esaudisce il suo desiderio e questi scompare. Reso invisibile, Anson corre fuori dalla roulotte, e viene investito da un autocarro e muore. Un ciclista incappa nell'ostacolo invisibile ed Anson viene portato all'obitorio. Scully rimane stupita da ciò che è stato rinvenuto, e cosparge il corpo di Anson con la polvere gialla per le impronte digitale in modo da rendere il corpo visibile. Mulder arriva con delle notizie sull'uomo nella fotografia. Si tratta di Henry Flanken morto nel 1978 di tumescenza morbosa cronica dopo essere diventato misteriosamente ricco. Mulder crede che la donna dai capelli scuri sia il collegamento col loro caso e parte per andare dal fratello di Anson. Leslie gli dice che la donna dai capelli scuri se nè andata, ma dà a Mulder un soprammobile di ottone, dicendogli che è la casa del genio.
Leslie recupera il tappeto dal deposito. Nel frattempo, Mulder va a prendere Scully all'obitorio per mostrarle che la donna appare in alcuni video storici. Appare vicino a Mussolini e a Nixon, due uomini che hanno ricevuto un enorme potere solo per perderlo poco dopo. La mattina successiva, Scully è pronto per presentare il corpo invisibile a degli esperti da tutto il paese ma il corpo di Anson è scomparso. Vivo ed ancora ricoperto dalla polvere per le impronte digitali, Anson siede silenziosamente nella sua roulotte. Leslie ha desiderato che suo fratello ritornasse, ma ha invece ricevuto uno zombie di Anson il cui corpo soffre ancora dall'incidente stradale. Leslie chiede al genio di dare la voce ad Anson. Quando il desiderio viene esaudito, Anson non fa altro che lamentarsi del fatto di essere freddo. Leslie è insoddisfatto dei suoi desideri e ne cerca un terzo. Non vede Anson che cerca calore aprendo il gas. Leslie annuncia che il suo ultimo desiderio è di avere delle nouve gambe nello stesso istante in cui Anson accende un fiammifero. La roulotte esplode in una grande palla di fuoco. Mulder e Scully, che si erano recati alla roulotte, vengono gettati a terra dal movimento d'aria. Si rialzano per vedere la distruzione, ed un tappeto persiano arrotolata cadere vicino a loro. Dall'interno del tappeto, una flebile voce lamentarsi.
Mulder e Scully interrogano il genio nell'ufficio del parcheggio delle roulotte. Mulder la chiama Jenn, che è il diminutivo di "jinniyah" - il termine usato per un spirito o demone del folclore Medio Orientale. Nei suoi cinquecento anni di pratica, Jenn ha visto che le persone che usa i desideri per appagare la loro avidità. Chiede agli agenti se è in arresto e Scully le dice che, senza prove, è libera di andare. Sfortunatamente, non può. E' obbligata ad esaudirei desideri di Mulder perché l'ha srotolata dal tappeto. Ora ha tre desideri. Portata con se nel suo appartamento a Washington, Mulder chiede a Jenn quello che lei desidererebbe per sè se fosse nei suoi panni. Lei sogni di essere svincolata dai suoi obblighi di genio e di poter essere di nuovo una persona normale. "Mi siederei da qualche parte con una grande tazza di caffè e guarderei il mondo che scorre," sospira. Sperarndo di avere la soluzione, Mulder pensa a qualche cosa più universale e chiede a Jenn la pace sulla terra. Si preoccupa quando il suo desiderio viene veramente esaudito. Fuori la città, deserta, è misteriosamente quieta, senza segni di vita. Ricordandosi della sua partner, Mulder corre all'FBI. Anch'esso è completamente vuoto. Chiama Jenn, che cancella il suo primo desiderio. L'ufficio ritorna a normale. Con ancora un desiderio rimasto, Mulder decide di mettere le cose in chiaro. Scrive un testo che definisce chiaramente e specificamente il suo terzo desiderio per un mondo più sicuro e più felice. Tuttavia, quando Scully dubita sul suo desiderio, lo riconsidera.
Più tardi quella notte, Mulder invita Scully nel suo appartamento per guardare un video. Dato che non ha chiesto la pace del mondo, Scully gli domanda qual'è stata la sua richiesta finale. In un diner da qualche parte, Jenn siede ad un tavolo, centellinando un caffè. La lacrima di smeraldo è scomparsa dalla sua faccia. Mulder ha chiesto la sua libertà.

Grazie a Fairy ^^

Spiegazione del titolo: "io desidero" in francese

Retroscena:

Episodio Precedente - Episodio Successivo