9x01 Nothing Important Happened Today - Part 1

Niente da segnalare

Scritto da: Chris Carter & Frank Spotnitz
Diretto da:: Kim Manners
Data di trasmissione USA: 11 Novembre 2001
Data di trasmissione Italia: 24 Giugno 2002

Primo piano della mano di un uomo e di un bicchiere. La telecamera si allontana e vediamo che quest’uomo è in un bar. Ha le mani nel suo drink. Prende il ghiaccio e lo toglie dal bicchiere. L’uomo osserva una donna con un vestito nero passargli accanto. Si siede al bancone qualche sgabello più in là del suo. L’uomo va da lei ed ordina un drin, senza ghiaccio. Inizia a parlarle e le dice di essere una specie di esperto sull’acqua. Parlano degli additivi chimici presenti nell’acqua di cui avevano sentito parlare nelle news. Lui menziona che l’additivo si chiama cloramina e non è quello che le persone pensano che sia. Poi inizia a flirtare con Shannona. Lei gli sorride e gli chiede se vuole uscire a prendere un po’ d’acqua. Lasciano il bar insieme e salgono su una decappottabile. Lui dice che è un bel po’ di strada per andare a bere qualcosa e le chiede quanto manca per arrivare dove stanno andando. Shannon risponde “al di là del ponte”. Allunga una mano e l’appoggia sul suo ginocchio, poi prende in mano il cambio. L’auto acquista velocità e raggiunge il ponte. È uno di quei ponti levatoi per far passare le barche. Il ponte è sollevato. L’auto precipita dal ponte, in acqua. Vediamo l’uomo e la donna sott’acqua. Lei è seduta tranquillamente con gli occhi chiusi. Lui sta cercando di slacciare la cintura di sicurezza. Finalmente riesce a liberarsi e si dirige verso la superficie. Shannon gli afferra un piede e lo blocca. Lei non ha problemi a respirare sott’acqua...
48 ore dopo WDC
Un uomo in una doccia... un bambino sta piangendo in un’altra stanza. Scully chiude la porta del bagno e va dal bambino. Entra in sala col bambino e guarda tre voluminose valigie sul pavimento.
Doggett a letto, sdraiato sullo stomaco, senza camicia. Sta suonando la sveglia. Si volta e guarda un livido sul petto.
Monica Reyes a letto, suona il telefono. Si siede e da la schiena nuda alla telecamera, indossa biancheria nera. E’ Brad al telefono “Sei in città... possiamo incontrarci dopo nel mio ufficio?”
La scena cambia:
Monica con Follmer, entrano nel suo uffico e lui la bacia. Lei non sembra convinta e risponde “Siamo al lavoro”. Lui prende due videocassette dicendole che vuole mostrargliele per prima.
Ci spostiamo a Kersh e Doggett in ascensore. Poi nell’ufficio di Doggett. C’è Monica che gli fa vedere una videocassetta. E’ la registrazione di quello che è successo la fatidica notte nei sotterranei dell’FBI, ma sul nastro non c’è nulla. Nessuna persona, solo macchine parcheggiate. Doggett dice che è un falso e che non l’avrebbero passata liscia perché ci sono dei testimoni. Monica risponde “Testimoni più credibili di questo nastro?”
Ci spostiamo a casa di Mulder. Doggett entra. L’appartamento è vuoto, niente mobili... niente. Chiama Mulder e cammina tra le stanze vuote.
All’interno di una laboratorio EPA, c’è una vasca d’acqua, Shannon emerge da sott’acqua, esce dalla vasca e se ne va. C’è un uomo che sta guardando un annuncio sulla morte dell’uomo del teaser. E’ la prossima vittima di Shannon.
Doggett sta bussando alla porta di Scully, lei apre e gli domanda che succede. Lui dice che era nel panico, aveva paura che anche lei fosse sparita, lei fissa per terra.
Scully ha le lacrime agli occhi, ma non piange.
Ci spostiamo nell’ufficio di Skinner con anche Monica e Doggett.
Monica incontra Follmer in un bar e gli chiede delle videocassette. Follmer le chiede perché sta rischiando la sua carriera insieme a Doggett, per portare avanti le indagini.
Doggett torna a casa di Scully, dice che gli dispiace e che ha bisogno del suo aiuto.
Doggett sta chiamando delle conoscenze nell’esercito per avere informazioni su Knowle Roher. Shannon è nella lista delle persone da chiamare... le lascia un messaggio sulla segreteria telefonica dicendole di richiamarlo.
Shannon sta camminando nei corridoi, Monica la vede e la osserva passare.
Scully sistema il bimbo nella culla, si sdraia sul suo letto e chiude gli occhi. La musica cresce d’intensità e si sente un rumore, è il giocattolo sopra la culla di William che si solleva.
Monica è nell’ufficio del seminterrato, c’è il poster appeso alla parete e delle matite sul soffitto. Sente un rumore fuori dalla porta, ma quando controlla non c’è nessuno, c’è una busta per terra, contiene il necrologio dell’uomo ucciso nel teaser.
Scully è a letto, il giocattolo sopra la culla sta roteando, si sveglia e si avvicina alla culla, ferma il giocattolo con la mano, ma quando lo lascia andare, riprende a roteare. Scully sembra spaventata.
Scully chiama Monica e le chiede di Doggett, dice che forse aveva torto quando gli aveva chiesto di abbandonare le indagini.
All’obitorio Monica e Doggett vogliono che Scully performi un’autopsia sull’uomo ucciso nel teaser. Chiama Skinner, è irritato e avvisa Doggett che finiranno nei guai. Non hanno il permesso di fare l’autopsia.
Ci spostiamo a casa di Doggett. Arrivano i Lone Gunmen. Langly ha il volto blu e quando entra guarda Doggett dicendo “Non chiedere”. I Lone Gunmen hanno aiutato Doggett infiltrandosi nei computer dell’EPA.
Monica e Scully sono all’obitorio. Reyes osserva Scully e le dice che è impressionata dal fatto che lei riesca a fare quel lavoro, poi le chiede se è successo qualcosa, sa che è preoccupata per il bambino. Le dice che può confidarsi con lei in qualsiasi momento. Poi Scully osserva di nuovo il corpo e vede delle impronte di dita sulla caviglia.
Follmer è nell’ufficio di Kersh, gli sta riferendo che Doggett e Scully stanno facendo un’autopsia non autorizzata. Kersh gli dice di fare ciò che deve.
Margaret Scully sta curando William. Suona il campanello, lei guarda attraverso lo spioncino: è Shannon. Dice di lavorare con Scully e vuole parlare con lei. Mrs. Scully dice che Dana non è in casa. Shannon mette mano alla maniglia, vuole entrare per lasciare un messaggio. Mrs. Scully sembra spaventata, quando guarda di nuovo attraverso lo spioncino Shannon è sparita. Margaret apre la porta e guarda lungo il corridoio: non c’è nessuno.
Scully e Monica stanno uscendo dall’obitorio. C’è Shannon. Monica dice a Scully che le stanno seguendo e di continuare a camminare. Si voltano, ma non c’è nessuno. Arrivano agli ascensori, la porta di un ascensore si apre ed escono Follmer ed un gruppo di agenti. Stanno cercando Doggett, tornano dentro l’obitorio, ma il corpo è sparito. Monica dice che stanno cercando di incastrare Doggett, è arrabbiata. Scully dice che deve tornare a casa dal suo bambino.
Monica si reca a casa di Doggett, ma lui non c’è, ci sono i Gunmen che le dicono che Doggett e Skinner sono andati a controllare una cosa ai laboratori dell’EPA... un altro uomo è stato ucciso.
Ai laboratori Skinner è spaventato, lui e Doggett stanno frugando alcune scrivanie. Non c’è nessuno. Trovano dei files, ma sentono un rumore ed iniziano a correre. E’ Follmer con i suoi agenti. Doggett si nasconde in una vasca piena d’acqua. Quando non riesce più a trattenere il fiato fa per riemergere, ma c’è anche Shannon che gli afferra una gamba e lo trascina più in profondità.
TO BE CONINUED....


Spiegazione del titolo: Il riferimento è al 4 luglio del 1776, giorno in cui Re Giorgio III scrisse sul suo diario "Nothing Important Happened Today", "oggi non è accaduto nulla di importante". Ancora non sapeva che lo stesso giorno gli Stati Uniti d'America dichiaravano l'indipendenza dall'Inghilterra

Retroscena:

Episodio Successivo